‘Atti di spontanea generosità’: solo su Rete41 min


[Tempo di lettura stimato: 1 minuto]

Ieri sera in diretta su Rete4 "il cittadino" Berlusconi ha elargito migliaia di euro a persone in difficoltà in un programma che si chiama Quinta Colonna: applausi, molte lacrime, toni ocra e rassicuranti. Sabato è in piazza a Brescia a protestare contro lo Stato di diritto, ma la guerra può attendere: questo è uno spaccato di vita intensissimo nel quale il Cavaliere, preso da irrefrenabile istinto volontaristico in pieno prime time, si è lasciato alle spalle i contrattempi giudiziari per farsi popolo e rivelarsi nella sua primordiale natura di generoso benefattore. Il mondo, lusingato, ringrazia.

Nel frattempo, da qualche parte, l'alleato di Governo (che è sempre il PD) parlava il linguaggio dell'urgenza e della crisi istituzionale (se interpellato), demandava al buffo parlamento figlio della buffa legge elettorale (e di buffi elettori) la responsabilità di questa buffa maggioranza, e per lo più glissava o rimandava ulteriori precisazioni all'assemblea di sabato pomeriggio - nella quale, alla presenza del partito, si parlerà del partito. Non deve essere facile.

Sceneggiatura che ho in testa: nel governo PD-PDL Berlusconi fa il poliziotto buono e Quello-del-PD fa il poliziotto cattivo. Il primo ti porta i cheeseburger e la coca in sala interrogatori (se non ti vede nessuno ti lascia pure fumare) e l'altro sputa quando parla, torna a casa frustrato e divorzia (o rompe le teste).

(CIAO A TUTTI è una specie di rubrica satirica spavalda. Cielo, se è spavalda).

Iscriviti alla nostra Newsletter

Segnala un errore

LINEE GUIDA AI COMMENTI