Luigi Zanda, un uomo solo al comando1 min


[Tempo di lettura stimato: 2 minuti]

Luigi Zanda ritiene che Berlusconi sia ineleggibile: secondo una legge del '57 sul conflitto d'interessi chi usufruisce di concessioni da parte dello Stato non può essere eletto in Parlamento. La norma, inapplicata da ormai quasi venti anni, è stata invocata da Zanda pochi giorni fa. Un uomo con la condotta di vita di Berlusconi, ha aggiunto Zanda, non può essere eletto senatore a vita.

Luigi Zanda ritiene che il MoVimento 5 Stelle, come altri gruppi che non si sono dati forma di partito, sia da escludere dalla competizione elettorale. La proposta, formulata da Zanda insieme alla senatrice Finocchiaro, concederebbe l'ammissione alle elezioni politiche solo a quei soggetti con personalità giuridica e statuto in Gazzetta.

Luigi Zanda è scatenato. Segue elenco delle prossime proposte parlamentari di Luigi Zanda.

- DL su diritto di voto a chi dimostra possesso e regolare utilizzo tessera Feltrinelli (due anni min);
- DL su partecipazione a competizione elettorale per partiti che abbiano raggiunto il quorum di numero uno ministri canoisti nella legislatura in corso;
- Proposta di riforma delle procedure elettorali: iscrizione nelle liste a tesserati sezioni PCI Reggio nell'Emilia, Piacenza, Modena, Bologna entro e non oltre marzo '92;
- Proposta di revisione della legge elettorale: turno unico con elezione diretta del capo del governo sulla base di chi ha il candidato premier più teneroso;
- Proposta di revisione della legge elettorale: collegio uninominale con scelta della coalizione in base a lunghezza programma. In alternativa:
- Proposta di revisione della legge elettorale: collegio uninominale con premio proporzionale alla coalizione con più perifrasi nel programma;
- DL in materia di suffragio universale: restrizione del diritto di voto ai possessori di sandalo Birkenstock fra gli aventi diritto di sesso femminile sotto i 32 anni - lavoro in ente pubblico è considerato vantaggio;
- Proposta di revisione della legge elettorale: sistema proporzionale con premio di maggioranza al candidato di coalizione al quale viene riconosciuta la capacità di saper perdere.

(CIAO A TUTTI è una specie di rubrica satirica che abusa delle pazienze).

Iscriviti alla nostra Newsletter

Segnala un errore

LINEE GUIDA AI COMMENTI